Dritto: dove va messo il dito indice per avere più sensibilità?

L’impugnatura della racchetta è un pre requisito tecnico importante di tutti i colpi perché da come si afferra la racchetta varia l’altezza e la distanza dal punto d’impatto della pallina.

Una volta scelta la vostra impugnatura preferita tra eastern, semi-western o western, avete mai pensato a dove posizionare il dito indice? Sembra una banalità, ma tenerlo vicino o staccarlo dal dito medio fa un’enorme differenza.

Jeff Salzenstein di Tennis Evolution ha pubblicato nel suo canale YouTube un video dove spiega perché bisognerebbe tenere il dito indice più staccato rispetto al dito medio per avere più sensibilità e maneggevolezza:

Qui sotto troverete il contenuto del video tradotto in italiano. Non è una traduzione parola per parola ma sugli elementi importanti:

“Ciao Sono Jeff Salzenstein CEO di Tennis Evolution.

Oggi ho un consiglio importante per quanto riguarda il dritto: dove posizionare il dito indice quando impugno la racchetta.

Con questo suggerimento porterete il vostro dritto ad un livello successivo. In molti anni di insegnamento ho visto tanti dritti e molti giocatori, non tutti, afferrano la racchetta in maniera sbagliata e il maestro non la corregge ma è la prima cosa da osservare.

ERRORE: afferrare la racchetta tenendo il manico con tutte le dita della mano vicine le une alle altre. Questa impugnatura crea molta tensione nel braccio e mancanza di sensibilità.

CORREZIONE: tenere il dito indice leggermente staccato dal dito medio permette di avere molta più sensibilità sul colpo.

Prima di ogni colpo controllate che il dito indice sia distante dalle altre dita in questa maniera avrete il braccio più rilassato e più sensibilità!”

Anche tu giochi il dritto con l’indice staccato o hai qualche difficoltà? Scrivilo qui sotto e cercheremo di darti un’aiuto!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.