Dritto in top-spin, 3 consigli per migliorarlo

Quando si vedono i campioni di tennis giocare si rimane sempre impressionati dalla velocità di palla e dalla velocità dello spostamento dei piedi.

In realtà dietro ad una palla “veloce” ci sono due elementi fondamentali per mandarla oltre la rete, la spinta orizzontale che la spinge in avanti e la spinta verticale che la spinge verso l’alto. La combinazione di queste due spinte crea una notevole complessità di palla perché la pallina riceve una rotazione in top-spin che le fa percorrere una traiettoria alta sopra la rete e soprattutto, dopo il rimbalzo, uscirà alta costringendo l’avversario ad anticipare il colpo o ad indietreggiare per evitare di colpirla sopra la spalla.

Ma come fare per creare top-spin?

Il team di Essential Tennis ha pubblicato un video nel loro canale YouTube molto interessante dove analizza il dritto in top-spin descrivendo 3 aspetti fondamentali. Poi c’è un piccolo regalo, un piano d’azione per imparare a dare più rotazione al dritto! Alla fine di questo articolo c’è il link per scaricarlo.

PUNTO D’IMPATTO: generalmente si pensa che per generare top-spin sia necessario ruotare il piatto corde sopra la pallina durante l’impatto. Questo movimento è tecnicamente impossibile da fare sia perché il tempo di contatto della pallina con le corde è molto breve, sia perché la pallina finirebbe verso il basso. Se osserviamo il dritto di Roger Federer, al momento dell’impatto la racchetta è perpendicolare al terreno. Certo, a volte la racchetta ruota verso l’alto ma è una conseguenza del fatto che la palla non viene colpita perfettamente al centro del piatto corde.

TRAIETTORIA della RACCHETTA. La traiettoria della racchetta prima dell’impatto influenza enormemente la quantità di rotazione che si riesce ad imprimere sulla pallina. Juan Martin del Potro ha un movimento abbastanza orizzontale della racchetta infatti la pallina esce con poca rotazione. Rafael Nadal invece tende a muovere la racchetta dal basso verso l’alto prima dell’impatto e questo crea molta rotazione in top.

BASSO-ALTO per creare rotazione in top-spin è necessario fare attenzione al movimento della racchetta prima e dopo l’impatto. Prima dell’impatto la racchetta deve trovarsi sotto la pallina, poi deve muoversi verso la zona di contatto e poi verso l’alto, facilitata dalla spinta del braccio e non del polso.

CREARE ROTAZIONE Per creare maggior rotazione in top spin alla palla è necessario ruotare bene il braccio affinché la racchetta faccia una traiettoria ad arco durante l’impatto. Provate ad impugnare la racchetta, mettetela al punto d’impatto e ruotare il braccio e l’avambraccio con un movimento circolare. A questo punto lanciatevi una pallina e colpitela cercando di sentire la rotazione del braccio. Se riuscirete a muovere la racchetta dal basso verso l’alto aggiungendo questa rotazione del braccio sarete in grado di creare molta rotazione in top-spin e la palla passerà sopra la rete e rimbalzerà alta.

RISULTATO? Eviterete di sbagliare perché la pallina passerà alta sopra la rete e farete giocare all’avversario un colpo difficile perché la palla rimbalzerà alta.

 

CLICCA QUI per scaricare il piano d’azione di Essential Tennis per dare rotazione in top al tuo dritto!

 

E tu riesci a dare rotazione alla pallina?
Scrivilo nei commenti e ne discuteremo assieme!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.