Doppio, scopri i 3 errori più comuni

Il doppio non è il singolare.

Sembra una banalità ma la maggior parte dei tennisti gioca bene il singolare perché il 90% degli allenamenti e delle partite si giocano 1 contro 1. Il doppio richiede un allenamento specifico, come il singolo del resto.

Nei campionati a squadre giovanili, veterani o di categoria, compresa la serie D4, si giocano 2 o 3 singolari e almeno 1 doppio. Se hai partecipato ad una di queste gare ti sarà sicuramente capitato di vedere dei giocatori di doppio che sulla carta avevano classifica molto bassa ma in campo sembravano i fratelli Bryan, o quasi. E sicuramente avrai pensato “questi due, in singolare, li batto ad occhi chiusi”. Magari è vero, ma in doppio?

Nel doppio è importante sapere dove posizionarsi e soprattutto come e quando muoversi. Per aiutare il proprio compagno sia quando si trova alla risposta e sia quando sta servendo.

Oggi voglio condividere con te l’ultimo contributo video che Jeff Salzenstein di Tennis Evolution ha realizzato assieme a Damon Gilette. Viene illustrato quando muoversi verso la rete mentre il mio compagno risponde al servizio avversario.

Quando il mio compagno è in risposta, gli aspetti importanti del mio spostamento verso la rete sono:

  • partire dalla linea di metà campo. Se la risposta del mio compagno sarà corta e verrà intercettata dall’avversario a rete, io sarò pronto per rimandare la palla dall’altra parte;
  • dopo che la palla del mio compagno avrà superato la rete e andrà verso l’avversario a fondo campo, io devo spostarmi in avanti;
  • dopo che l’avversario ha colpito la pallina dovrò muovermi in diagonale cercando di intercettarla.

Jeff ha identificato i 3 errori più comuni che si commettono durante il doppio e le relative soluzioni.

CLICCA QUI per registrarti e riceverle

Una volta registrato riceverai delle email da Jeff, in inglese e potrai cancellarti dalla sottoscrizione in qualsiasi momento. Se hai poca dimestichezza con l’inglese non preoccuparti, chiedi aiuto a qualche amico perchè i contenuti realizzati sono veramente utili e di valore!

 

Hai ancora qualche minuto? All’inizio dell’articolo abbiamo parlato del fratelli Bryan. In questo video potrai vedere il meglio delle loro giocate e ricorda. Il doppio non è il singolo!

 

2 Comments

  1. Corrado 20 Novembre 2018
    • Marco Magro 20 Novembre 2018

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *