Rovescio: 3 elementi fondamentali

Il rovescio ad una mano è un colpo fantastico.

Se osserviamo Stan Wawrinka rimaniamo incantati nel vedere il suo missile di rovescio. Vogliamo parlare poi del rovescio in diagonale stretto di Roger Federer?

Ma osservando i campioni si rischia di focalizzarsi su alcuni elementi tralasciando quelli più importanti. Qui sotto possiamo vedere il finale del rovescio di Stan Wawrinka e quello Roger Federer. Salta all’occhio la racchetta che si trova a destra del corpo ed il busto che è completamente ruotato.

Ma questo finale è la conseguenza dell’energia trasmessa sulla pallina. Molti tennisti amatoriali infatti, commettono l’errore di ruotare in maniera eccessiva il busto subito dopo l’impatto. Questo si traduce in una perdita di controllo e di velocità.

Nadim Naser di Online Tennis Instruction ha pubblicato un video nel suo canale YouTube dove illustra 3 elementi importanti per effettuare un buon rovescio ad una mano:

Per giocare un buon rovescio ad una mano, oltre all’impugnatura eastern o semiwestern di rovescio ed al giusto tempo di preparazione, è necessario:

  • tenere il braccio disteso durante la prima fase di accelerazione, quando si vuole colpire la pallina
  • impattare la palla col braccio disteso ed il polso fermo
  • continuare il movimento della racchetta verso avanti, anche dopo l’impatto

Se dopo aver effettuato questo movimento la mano si muoverà verso destra allora va bene, ma prima devo spingere verso avanti, tenendo il braccio disteso.

Se hai qualche minuto ti invito a guardare questi video in cui è possibile vedere il rovescio di Stan Wawrinka (canale Tennis is Real Life) e Roger Federer (canale Essential Tennis)

E tu come giochi il rovescio?

Fammelo sapere:

  • commentando l’articolo qui sotto
  • scrivendo a info@giocareatennis.it magari inviandomi un video del tuo rovescio

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.