Volèe di rovescio, teniamola bassa

ERRORE COMUNE. Quando siamo a rete e l’avversario gioca il passante sul nostro rovescio spesso la palla ci finisce fuori o alta e comoda per un altro passante o pallonetto. I motivi possono essere diversi, ma spesso la causa è un uso non ottimale della mano non dominante che sorregge la racchetta nel cuore.

Come tenere la volèe di rovescio bassa?

Prima di proseguire con l’argomento ti informo che abbiamo pubblicato le date degli stage di tennis che organizzeremo in autunno 2021 ad Abano Terme (Padova):

  • domenica 3 ottobre ore 9:00-14:00
  • sabato 30 ottobre ore 14:00-19:00
  • domenica 14 novembre ore 9:00-14:00
  • sabato 27 novembre ore 14:00-19:00

Durante lo stage ti aiuteremo a migliorare il tuo gioco senza stravolgerlo. Attraverso la video analisi potrai pulire il dritto, il rovescio ed il servizio.

Attraverso degli esercizi specifici sfrutterai al massimo i tuoi colpi nelle situazioni tattiche per giocare in maniera più efficace.

Insomma, tornerai a casa con dei consigli pratici per iniziare e giocare meglio sin dalla prima ora.

Per ricevere tutte le informazioni sugli stage iscriviti alla nostra newsletter. Le riceverai nel messaggio di benvenuto.

Inserisci la tua email qui sotto, torna indietro per continuare a leggere l’articolo e poi ricordati di controllare la tua casella email per confermare l’iscrizione e ricevere tutti i contributi riservati.

VIDEO. In questo video, caricato nel nostro canale YouTube (iscriviti se non l’hai ancora fatto) mostro una progressione per imparare la volèe di rovescio e provare a tenerla bassa sia in diagonale che in lungo linea.

Ovviamente per automatizzare il movimento ci vuole pratica, soprattutto con passanti giocati a diversa velocità e altezza.

FEDERER. Se parliamo di volèe non possiamo non menzionare Roger Federer. Se hai qualche minuto ti invito a guardare questo video in allenamento.

Video di Love Tennis

SERVIZI. Se hai piacere di scoprire i vari servizi che offriamo nel nostro sito giocareatennis.it, clicca sull’immagine qui sotto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *