Allena il serve&volley, da solo!

Il serve&volley è uno schema di gioco affascinante.

Quando si giocava con le racchette di legno era consuetudine, quasi per tutti i giocatori, servire la prima palla e scendere a rete per chiudere il punto con la volèe o lo smash. Immagino che anche tu sia rimasto a bocca aperta osservando il serve&volley di John McEnroe prima e dei vari Stefan Edberg, Pete Sampras e Pat Rafter poi.

Oggi giorno questo schema è caduto nel dimenticatoio tra i giocatori professionisti, principalmente perché la risposta al servizio è allenata molto di più che nel passato e perché i tennisti sono degli ottimi atleti che riescono a recuperare quasi tutte la palline che gli vengono tirate.

Per giocare bene il serve&volley quindi devi servire bene, saper muoverti in avanti ed essere in grado di giocare al volo. Caratteristiche comuni a pochi tennisti e speriamo che non si estinguano!

Se però hai la fortuna di trovarti tra questa élite di giocatori, allora saprai che per un buon serve&volley è indispensabile muoversi bene in avanti dopo aver servito.

Oggi ti voglio parlare proprio del movimento verso la volèe dopo il servizio e per farlo ti consiglio di guardare questo video che Jeff Salzenstein di Tennis Evolution ha pubblicato nel suo canale YouTube. Jeff fornisce 3 consigli per allenare il serve&volley anche se si è da soli.

Immagina la situazione: desideri allenare il serve&volley ma non hai il maestro oppure il partner non è così regolare da rispondere e farti giocare 2-3 volèe consecutive. Come fare?

Ti consiglio di arrivare al campo da tennis 5-10′ prima del match e provare ad eseguire il serve&volley senza colpire la pallina, da solo. Facendo attenzione a 3 aspetti:

  • 3 passi. Dopo aver servito piega le gambe e fai 3 grandi passi in avanti arrivando a circa 1 mt dalla linea di metà campo.
  • SPLIT-MOVE. Quando arrivi nei pressi della metà campo effettua lo spilt-step, idealmente quando l’avversario colpirà la risposta, e continua a muoverti in avanti verso la palla. Non fare lo split-step e rimanere fermo ad aspettare la palla, ma muoviti subito verso la direzione della risposta cercando di andare a colpire la volèe dentro l’area del servizio.
  • mantieni la VOLE’E. Dopo aver colpito la volèe mantieni la racchetta nella posizione finale spostandoti verso il lato dove hai tirato la palla per chiudere quello specchio di campo. In questa maniera la volèe sarà più stabile e controllata. Se invece tu colpissi la pallina e tornassi subito in posizione di partenza perderesti un po’ di controllo e dinamicità del movimento.

Dopo aver fatto pratica da solo, prova il serve&volley in partita e vedi cosa fai in maniera corretta e cosa c’è da migliorare!

Per farlo ti consiglio di CLICCARE QUI, iscriverti alla nostra newsletter e ricevere il nostro ACTION PLAN per auto valutarti e vedere dove migliorare!

Se hai qualche minuto a disposizione ti consiglio di vedere questo video dove potrai osservare una collezione dei migliori tennisti serve&volley e se osserverai bene potrai notare che tutti rispettano i 3 aspetti dei quali parlavamo prima:

One Response

  1. Marco Magro 16 Gennaio 2018

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.