Anticipa il rovescio e togli tempo all’avversario

Il ritmo di gioco è una cosa importante perché ti da il giusto tempo sulla pallina per fare quello che vuoi.

L’altra sera stavo vedendo una partita di torneo di 4a categoria di un amico e sia lui che l’avversario giocavano bene. Colpi puliti e profondi. Ma quando il mio amico riceveva delle palle lunghe sul rovescio, la prima cosa che faceva era indietreggiare, aspettare che la pallina rimbalzasse, salisse e scendesse al livello dei fianchi. Il risultato era un rovescio tecnicamente corretto ma giocato 3 metri fuori dal campo. Quindi la soluzione era spingere molto per mandare l’avversario a fondo campo e continuare la costruzione del punto. Spesso il punto durava tanti scambi ma a volte il mio amico accorciava e, stando 3 metri dietro la linea di fondo campo, veniva infilzato dalle palle corte dell’avversario.

La situazione è classica, tutti noi ci siamo trovati a costruire il punto stando quasi vicini alla recinzione e tirando forte.

Ma hai mai pensato di spezzare il ritmo al tuo avversario?

Spezzare o rompere il ritmo significa colpire la pallina anticipando o ritardando l’impatto per accelerare o rallentare lo scambio. Oggi desidero parlarti di come anticipare l’impatto con il rovescio ad una mano per evitare di andare a colpire la pallina troppo dietro la linea di fondo. Anticipando il colpo metterai in difficoltà l’avversario perché dovrà ritrovare il tempo sulla pallina e molto probabilmente ti giocherà una palla più corta o lenta dove potrai spingere in totale sicurezza.

Ramon Osa di Osa Tennis 360 ha pubblicato nel suo canale YouTube un video molto interessante dove illustra come anticipare la palla con il rovescio ad una mano:

Per anticipare la palla bisogna lavorare su due aspetti:

  • TEMPO. Generalmente per trovare il tempo si dovrebbe dire 1 quando la palla viene colpita dall’avversario, 2 quando colpisce terra e 3 quando io la devo colpire. 1,2,3 senza accelerazioni né grosse pause.

Per anticipare il colpo devo accorciare il tempo tra l’impatto a terra della palla (2) e l’impatto con la racchetta (3).

  • MOVIMENTO. Il movimento deve essere leggermente più breve rispetto ad un rovescio carico di top-spin giocato da fondo campo. Ma è importante che la racchetta segua il movimento della pallina. Scende vicino la gamba posteriore quando la palla sta toccando terra e risale fino all’anca per impattare la pallina all’altezza dei fianchi.

Spesso è questo il passaggio che si sbaglia. Non si scende e non si sale seguendo la traiettoria della pallina. Il risultato è un impatto troppo alto, al livello della spalla e di conseguenza il punto viene perso.

Giocare al muro può essere un valido aiuto per imparare ad anticipare il movimento. Inizialmente la fase di preparazione dovrà essere breve e poi leggermente più ampia per dare spinta e precisione al colpo.

Una volta giocato al muro prova a palleggiare con un amico stando con i piedi sulla linea di fondo campo, senza indietreggiare. Questo ti obbligherà a muoverti di più ma di aiuterà ad anticipare l’impatto.

Di seguito ecco una carrellata di “rovesci d’autore” dove puoi notare, in molti casi, l’anticipo del colpo giocato vicino alla linea di fondo campo.

E tu sai anticipare il rovescio?

Scrivilo qui sotto o a info@giocareatennis.it e ne discuteremo assieme!

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *