Servizio, riscaldalo fluido

Posizione dei piedi, impugnatura, lancio di palla, movimento della racchetta, rotazioni.

Nel servizio ci sono molte componenti e quando lo riscaldiamo capita spesso di soffermarci troppo su ogni singolo aspetto. Il risultato è che la palla finisce a rete, fuori oppure entra ma è lenta. Insomma, non è il servizio abbiamo desiderato.

Prova a pensare all’ultima partita che hai giocato. Quando hai riscaldato il servizio:

  • quante palline sono entrate?
  • la palla usciva veloce?
  • la palla andava dove e come volevi tu?

Se l’efficienza del servizio è stata bassa allora qualcosa non ha funzionato. E se non funziona in riscaldamento figuriamoci in partita, quando c’è la tensione del punto. Sarà capitato anche a te di dover aspettare qualche game o addirittura un set prima che il servizio funzionasse a dovere. Meglio tardi che mai, però a volte è troppo tardi ed è difficile vincere una partita se perdiamo tutti i nostri turni di battuta.

Se vuoi da subito un servizio efficiente devi trovare fluidità e regolarità.

Oggi voglio proporti un esercizio che utilizzo spesso con i miei allievi quando il servizio è contratto ed irregolare. E’ stato pubblicato in anteprima venerdì scorso nel nostro canale YouTube (ti invito ad iscriverti se non l’hai ancora fatto) e spero possa aiutare anche te:

L’esercizio consiste in questo:

  • prendi 2-3 palline in una mano
  • posizionati nei pressi della recinzione di fondo campo
  • esegui 2-3 servizi camminando, senza fermarti
  • la pallina deve ovviamente rimbalzare dentro all’area del servizio

Servire in questa maniera ti aiuterà a focalizzarti sul lancio di palla e sul trovare il ritmo del movimento del braccio/racchetta. Facendo un movimento fluido sbloccherai l’articolazione della spalla, del gomito e del polso affinché ogni segmento della parte superiore del corpo riesca ad aiutarti ad eseguire il gesto.  La sensazione che devi provare è quella di decontrazione, i muscoli non devono essere tesi. Non devi fare fatica per eseguire il colpo.

Dopo qualche serie di servizi giocati in questa maniera prova a servire da fondo campo ricercando quella regolarità e fluidità che hai trovato prima.

Una volta che il movimento sarà eseguito in maniera fluida e al ritmo giusto vedrai che sarà più facile aggiungere spinta, velocità e rotazione di palla.

Hai mai visto Roger Federer riscaldare il servizio prima di un match? Sembra si disinteressi della posizione dei piedi, serve una palla dietro l’altra senza pensarci troppo. Addirittura con il piede sinistro leggermente sollevato durante la preparazione.

Poi, una volta trovate le sensazioni che sta ricercando, rimane fermo un pò di più per aggiungere spinta e rotazione. Se hai qualche minuto dai un’occhiata a questo video che riprende il campione svizzero durante un’allenamento:

Il tuo servizio è subito efficiente sin dalla prima pallina?

Fammelo sapere e ne discuteremo assieme!

Puoi commentare l’articolo qui sotto oppure scrivere a info@giocareatennis.it

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.