Servizio: inclina le spalle e pingi in alto

Il servizio è un colpo particolare.

Per giocarlo in maniera efficace sono tanti gli elementi da mettere assieme. Ma, come nella costruzione di una casa, bisogna partire dal basso dalle fondamenta.

Quando serviamo ci preoccupiamo spesso di come si muove la racchetta, dell’impatto o del finale. A volte però bisognerebbe guardare cosa è successo prima. Infatti molti errori sono solo la conseguenza di una preparazione o di una spinta sbagliata. Quindi bisogna andare a sistemare, a correggere il problema, a monte.

I ragazzi del team Essential Tennis hanno pubblicato nel loro canale YouTube un video molto interessante dove aiutano un ragazzo a migliorare il servizio. Siccome lo ritengo molto utile, perché si evidenziano i miglioramenti con pochi consigli, ho deciso di aggiungere il mio commento.

Il ragazzo non ha un brutto servizio ma spinge verso avanti e non verso l’alto. Le spalle sono parallele al terreno ed il busto perpendicolare alla linea di fondo campo. Questo influisce negativamente sul risultato finale, quindi il servizio risulta impreciso e con poca spinta.

Ian Westermann suggerisce di lavorare su due aspetti sui quali mi trovo in accordo:

  • inclinazione delle spalle, per spingere verso l’alto
  • rotazione del busto per aggiungere spinta

Ecco il video integrale.

Nello specifico il tennista esegue una progressione didattica fatta di 4 step, di 4 passi:

  • movimento a vuoto partendo dalla posizione a trofeo. La posizione di massimo caricamento (3’55”)
  • movimento a vuoto completo, partendo dalla posizione di partenza (8’07”)
  • servizio dalla posizione a trofeo (13’29”)
  • servizio completo (13’12”)

La prossima volta che vai in campo a servire prova a sentire se spingi verso l’alto oppure verso avanti. Il metodo più facile per vederlo è riprendersi col cellulare e far vedere il video al proprio maestro così da valutare i giusti interventi.

Se invece hai piacere che ci dia un’occhiata puoi spedirmelo a info@giocareatennis.it e ne discuteremo assieme!

 

Hai dubbi o domande? Scrivili qui sotto nei commenti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.